Informazioni turistiche sull' Isola di Murano a Venezia

Sull' isola di Murano nel 1291 furono trasferite le vetrerie di Venezia. Da allora Murano è equivalente di vetro. Altre leggi rigorose e vantaggi peculiari diedero vigore al suo plurisecolare sviluppo, come per esempio quello concesso ai patrizi veneziani di sposare le figlie dei maestri vetrai senza danneggiare la nobiltà della stirpe. L'insediamento si articola su cinque isole ed è diviso in due parti dal così chiamato Canal Grande, sul quale, con andamento a meandro e attraversato da un solo ponte s'innestano il canale di S. Donato a nord e il rio dei Vetrai a sud.
Come a Venezia, il tessuto storico si condensa lungo i canali e le calli a essi ortogonali; lo fondano palazzi sorti per la villeggiatura dell'aristocrazia veneziana, alternati a palazzetti della borghesia mercantile e, in apparenza senza regole precise, a schiere di abitazioni più modeste.
Oggi il tessuto mostra profondi cambiamenti, dovute alla vitalità e alla capacità di innovazione di un'industria secolare come quella del vetro.

Museo del Vetro
La fondazione è ospitata dal 1861 nelle sale di palazzo Giustinian che venne innalzato dal vescovo Marco Giustinian per spostare la sede episcopale allora a Torcello. Il museo, che contiene anche una sezione di vetri archeologici dal Il secolo a.C. al Il d.C. è organizzato cronologicamente per spiegare i tipi di lavorazione, di gran valore è la così chiamata coppa Barovier, straordinario esemplare del '400 in vetro blu con i ritratti degli sposi per le cui nozze venne fatta.

Ss. Maria e Donato
Il Duomo di Murano, che rivolge al canale la splendida abside, è un esempio rilevante di architettura veneto-bizantina, esito della ricostruzione del secolo XII di una chiesa del VII secolo. Notare la stupenda facciata in cotto, scandita da archi, archetti e lesene, la possente scansione dei fianchi ad archi e, specialmente, la parte absidale con porticato cieco al piano inferiore e loggiato soprastante, entrambi ad archi su colonne binate.

S. Pietro Martire
Riedificata tra i secoli XV e XVI, la chiesa ospita opere d'arte provenienti da chiese e conventi cancellati in epoca napoleonica: di Giovanni Bellini sono l'Assunta e santi e la Madonna col Bambino in trono tra angeli e santi; del Veronese e il S. Girolamo nel deserto.
Fondamenta dei Vetrai
Con l'opposta fondamenta Manin, è il luogo d'abitato delle prime fornaci, che ha dato luogo a una semplice struttura edilizia organica dove gli edifici riassumono le funzioni di abitazione, fornace e magazzino. Alcuni vetrai mostrano ai visitatori i processi di fabbricazione del vetro, secondo le tecniche antiche.

Foto di Venezia

Piazza San Marco from the Canale (Venezia) Canal Grande a Venezia Venice -  Palazzo Ducale Arsenale di Venezia Canali di Venezia Ponte di Venezia